“Dica 800”, tutte le iniziative per festeggiare gli ottocento anni dell’ospedale Misericordia e Dolce di Prato

Il Consorzio Santa Trinita partecipa a:

"Dica 800", tutte le iniziative per festeggiare gli ottocento anni dell'ospedale Misericordia e Dolce di Prato

IL PROGRAMMA DEGLI EVENTI organizzati da Azienda Usl Toscana centro in collaborazione con Comune di Prato, Fondazione Ami Prato, CRAL dipendenti Usl Tc, Consorzio Santa Trinita, Artemia e Prato Scomparsa :

Il primo evento è venerdì 11 maggio: una serata di testimonianze e sketch sulla vita dell'ospedale nel secondo dopo guerra

Scritto da Vania Vannucchi , mercoledì 2 maggio 2018

Prato – "Dica 800" è lo slogan che accompagna le iniziative in programma nel 2018 per festeggiare gli ottocento anni del Misericordia e Dolce di Prato.

Gli eventi hanno inizio venerdì 11 maggio alle ore 21.00 nella Sala del Pellegrinaio Novo in piazza ospedale con "Prato storia e parti/y", una serata brillante con proiezioni, testimonianze dirette e sketch sull'ospedale Misericordia e Dolce del secondo dopo guerra con un focus speciale dedicato alle nascite. Un documento ufficiale certifica la nascita dello Spedale della Misericordia il 26 novembre 1218. Si tratta di una boll

a mancante del sigillo di piombo conservata nell'archivio "Diplomatico" di Firenze dove afferisce parte dell'archivio dell'Ospedale Misericordia e Dolce di Prato. Con questo documento, il pontefice Onorio III, incontrando le richieste del priore e dei frati ospedalieri, prese sotto la sua protezione e di San Pietro il luogo dove era situato lo Spedale della Misericordia con tutti i beni posseduti. Ad av

valorare la data del 26 novembre 1218 concorre anche l'iscrizione latina su un cartiglio di stucco che si trova sulla porta orientale del Pellegrinaio Nuovo dove si dice che nel 1218 i pratesi fondarono il nosocomio e l'orfanotrofio. L'autenticità del documento del XIII secolo è stata oggetto di riflessioni e valutazioni da parte di studiosi di vari periodi senza però giungere a significative conclusioni. La data del 1218 è comunque un punto di partenza che sancisce un cambiamento del volto della città. Ottocento anni dopo si celebrano i festeggiamenti per rendere omaggio ad una Istituzione che ha segnato la storia cittadina.

"Tutti noi, tutti i cittadini di Prato, hanno almeno un ricordo legato al Misericordia e Dolce – sottolinea il sindaco Matteo Biffoni - Momenti bellissimi, come la nostra nascita o quella di un figlio, o drammatici per i momenti delicati o un lutto che si è affrontato. L'ospedale p

er la nostra città rappresenta qualcosa di più di un luogo di cura, è parte di noi. Una realtà che è cresciuta insieme alla città, grazie all'altissima professionalità dei suoi medici e di tutto il personale. Ed è bellissimo pensare che su quell'antico podere dello Spedale, su cui negli anni Sessanta è stata costruita la parte nuova del Misericordia e Dolce, sorgerà il Parco della ci

ttà. E passeggiando in quel parco ognuno di noi ripenserà a quei momenti intensi, agli occhi rassicuranti di un'infermiere, alle parole di un medico, alla gioia di un'ostetrica che annunciava una nuova nascita".

11 maggio ore 21.00 – Prato Storia e parti/y – Serata brillante con proiezioni, testimonianze dirette e sketch sull'ospedale Misericordia e Dolce. Sala Pellegrinaio Novo,

Piazza dell'ospedale 1- Ingresso libero

12 maggio ore 15.30 - Caccia al Tesoro per MAMI - piazza dell'ospedale: Conosci Prato? Con i tuoi bam

bini puoi passeggiare in città alla scoperta di tesori più o meno nascosti. Evento per raccolta fondi a favore della Fondazione AMI. Prenotazioni 0574 - 801312

25 maggio ore 11.00 – Celebrazione 187° anniversario della Fondazione del Corpo di Polizia Municipale di Prato. Sala del Pellegrinaio Novo in piazza dell'ospedale 800 anni da scoprire...l'Ospedale della e per la città

5 e 19 giugno, 3 e 17 luglio 2018 dalla 19.30 alle 21.00 Piazza dell'Ospedale. Visite guidate al complesso dell'ospedale. Costo: 10 Euro – Prenotazione al numero 340 – 5101749

15 e 16 settembre – palazzo Pretorio, visite guidate al Museo per una storia dell'ospedale attraverso alcune opere della collezione civica. Costo: 6 Euro – Prenotazione al numero 0574 - 1837860

Memorie in camice bianco: dal 7 al 9 settembre - Mostra fotografica dell'ospedale Misericordia e Dolce nel 1900 – Anteprima Mostra : Sala Valentini in via Ricasoli 6.Ingresso libero

Dal 12 al 19 settembreMostra fotografica dell'ospedale Misericordia e Dolce nel 1900. Provincia di Prato - via Ricasoli 17. Ingresso libero

15 settembre ore 10.00 Narrazioni sull'Ospedale Misericordia e Dolce dall'Unità d'Italia al trasferimento delle attività al Nuovo ospedale di Prato S.Stefano – Provincia di Prato, via Ricasoli 17. Ingresso libero

L'Ospedale Misericordia e Dolce tra passato e futuro 26 novembre ore 9.00 – Convegno con esposizione del documento originale di nascita dell'ospedale della Misericordia. Sala Pellegrinaio Novo, piazza dell'ospedale. Ingresso libero  INFO: Fondazione AMI Prato – via Suor Niccolina Infermiera, 20 – Prato 0574 – 801312 – info@amiprato.it www.amiprato.it

Il programma è ricco di iniziative ed ha l'obiettivo di far conoscere ai cittadini la storia di una significativa Istituzione

e contestualmente illustrare il prossimo sviluppo dell'area dove sorgerà il Parco Urbano ed il progetto Prama, promosso dalla Fondazione AMI insieme ad AVIS per realizzare una struttura destinata all'attività ludico-motoria per tutti i ragazzi senza limiti. Associazioni e cittadini insieme anche per definire un progetto che valorizzi le realtà storiche all'interno delle mura.

"Uno degli elementi che ha caratterizzato l'ospedale Misericordia e Dolce è quello di essere stato fino al 2013, insieme a Careggi, il principale punto nascita della Toscana, commenta Claudio Sarti presidente della Fondazione AMI. Questo è uno dei motivi per cui nel 2010 è stata costituita la Fondazione AMI, che supporta l'Area Materno Infantile di Prato. Le prime iniziative

del programma di eventi per gli 800 anni dello spedale della Misericordia sono quindi, non a caso, riconducibili al tema della nascita. Il legame con AMI è rappresentato anche dal progetto Prama, ovvero la realizzazione di un centro ludico motorio per bambini e ragazzi, inclusivo, nella palazzina di AVIS in Sant'Orsola; da sempre area di pertinenza dell'ospedale."

"L'Ospedale Santo Stefano di Prato è nato in diretta continuità con il vecchio Ospedale Misericordia e Dolce, conclude Roberto Biagini direttore del Santo Stefano. Una parte del vecchio Ospedale continua ad essere sede di importanti e significative attivit

à specialistiche (proiezioni anche di attività ospedaliere), territoriali (anche di ospitalità residenziale), del volontariato (Fondazione Sandro Pitigliani), amministrative e direzionali; il vecchio Ospedale è sede anche dell'Accademia pratese di medicina e scienze. La Comunità professionale del Nuovo Ospedale è orgogliosa di garantire l'impegnativo compito di dare continuità agli otto secoli di storia dedicata all'assistenza sanitaria versola Comunità Pratese e verso tutti coloro per i quali l'Ospedale di Prato è diventato il principale punto di riferimento. Il costante sostegno dei cittadini, il fondamentale impegno dei professionisti e delle Istituzioni 

hanno fatto mantenere nel tempo all'Ospedale di Prato la consapevolezza della propria identità e l'autorevolezza scientifica e professionale che gli è riconosciuta in tutte le discipline presenti. Oggi l'Ospedale ha un importante ruolo centrale, integrato nel nuovo contesto organizzativo aziendale, valorizzato ed apprezzato anche a livello regionale e nazionale, come testimoniano anche la costante e crescente fiducia dei cittadini che ad esso si rivolgono. Celebrare e festeggiare le proprie "radici" contribuisce a rafforzare il senso di appartenenza ed il legame presente da sempre fra cittadini, operatori e istituzioni, carattere distintivo dellaComunità pratese"

Written by: