E' stato dal Consorzio Santa Trinita accolto con interesse il decreto legge "sblocca Italia" nella parte in cui prevede agevolazioni per le associazioni che si occupano direttamente di decoro urbano su beni pubblici.
Il decreto stabilisce le linee generali ma starà ai Comuni emettere la delibera contenente il "bonus" per chi sarà attivo sul territorio in modo fattivo, sulla base di un progetto di riqualificazione.
Il Comune di Prato oltre a fare suo l'art.26 del decreto, con apposita delibera, potrà su questa base adottare un vero e proprio "regolamento comunale" valorizzando il ruolo delle realtà civiche che vanno nella direzione di un interesse diretto alla gestione di beni che necessitano di intervento, con apposite convenzioni che vadano da attività di semplice imbiancatura di un muro sporco, da innaffiare un piccolo giardino , sino a progettualità più complesse.

Il Consorzio Santa Trinita che da tempo ha presentato numerosi progetti con oggetto il decoro urbano è disponibile a collaborare sin da subito anche al fine di tracciare un nuovo regolamento "civico, inteso come gestione civica di beni pubblici", rilevando che proprio oggi risulta fondamentale valorizzare le varie realtà civiche presenti sul territorio, ovvero valorizzare un capitale umano e delle risorse anche economiche per il Comune che altrimenti rischierebbero col tempo di andare perse.
Francesco QuerciNAZ 08-09-14