CHI SIAMO

CHI SIAMO?

Chi siamo? Il Consorzio Santa Trinita è nato nel giugno del 2013, manifestatosi - con il suo fulcro negli storici quartieri dentro le mura: Datini, Cicognini e Santa Chiara - sin da subito come una realtà interessante per la città. L'associazione vuole valorizzare il territorio coinvolgendo chi vi abita, chi vi lavora, o chi comunque è portatore di un interesse o della voglia di condividere questa esperienza. La caratteristica principale che ci contraddistingue da altre realtà similari sta proprio nella volontà di sintesi dei vari pensieri e delle differenti esigenze, con l'intento d trasformarli in forza propositiva; in altri termini, vogliamo risolvere con delle idee i vari problemi, facendo emergere o sottolineando ciò che di buono si rinviene sul territorio. Siamo convinti che solo agendo bene riusciremo a creare un'attrattiva utile per rilanciare il territorio e renderlo appetibile per le nuove attività e per i nuovi residenti.

Ogni evento ha la sua commissione incaricata di organizzarlo, mentre la commissione tecnica, formata da professionisti, si occupa dei progetti di riqualificazione della zona. Altri invece, danno il loro contributo di idee e responsabilità. Il tutto affiancato da un'operazione di confronto con gli assessorati competenti, una sensibilizzazione delle strutture scolastiche e museali e delle altre associazioni presenti sul territorio.

Il desiderio di opporre al disfattismo imperante un atteggiamento positivo e propositivo, volto ad una profonda e radicale valorizzazione dell’esistente in contemporanea con l’attività di ricerca di soluzioni concrete e praticabili sotto ogni profilo sociale, economico e giuridico, ha spinto un gruppo di cittadini, commercianti e professionisti ad attivarsi affinché una simile aspirazione potesse prendere finalmente corpo.

Costituito nel giugno 2013, il Consorzio Santa Trinita ha ricevuto il suo “battesimo del fuoco” nel luglio 2013 con "Immaginando Sant’Orsola", un evento unico che, grazie all’impareggiabile impegno e all’entusiasmo degli associati, ha consentito di mettere a tavola più di 800 persone e di riportare all’attenzione della cittadinanza quell’importante polmone verde che è il giardino di Sant’Orsola, sottraendolo - almeno per una sera - al desolante degrado che da troppo tempo era diventato il suo solo carattere distintivo. 

Successivamente, la volontà di riqualificare il parco ha portato il Consorzio a collaborare con il Comune di Prato, affinché il progetto per bambini e famiglie "GiocaCipì…in erba" potesse far tappa anche in Sant’Orsola, offrendo un’ulteriore occasione di riscoperta degli spazi pubblici della città.

Forte di simili risultati e convinto del valore della socialità nella riscoperta dell’identità cittadina, il Consorzio ha poi accompagnato l’estate 2013 con una proiezione all’aperto del film "Madonna che silenzio c’è stasera" e con una serata all’insegna del tango argentino.

Col finire della stagione estiva, la passione del Consorzio non si è indebolita. In collaborazione con Ruote Classiche ha organizzato "L’uomo e le macchine", una preziosa esibizione di auto d’epoca, accuratamente disposte lungo via Santa Trinita, circondate da tante vetrine allestite a tema per l’occasione.

La valorizzazione delle risorse del territorio non poteva, inoltre, non riconoscere l’importanza culturale ed economica della mostra allestita a Palazzo Pretorio dal titolo "Da Donatello a Lippi. Officina Pratese". Così, il Consorzio ha programmato una visita guidata all'esposizione, seguita da una visita al Museo Casa Francesco Datini, dove è stata allestita una cena a buffet.

Con l’avvicinarsi del Natale l'associazione ha ulteriormente accresciuto i propri sforzi, nella speranza di portare il pubblico più vasto ed eterogeneo a vivere il centro con il massimo coinvolgimento. Sono state ben cinque le iniziative che hanno accompagnato i pratesi di ogni età.

Tutto è cominciato con la realizzazione e la distribuzione di addobbi con ghirlande da appendere a lampioni, terrazzi, finestre e vetrine del quartiere. I bambini hanno poi potuto sognare grazie alla slitta trainata da due cavalli bianchi e condotta da Babbo Natale in persona, prestatosi per le foto di rito con tutti i piccoli passeggeri che desideravano avere un ricordo di quel percorso verso le tante stazioni del divertimento dove i bimbi hanno ricevuto simpatici regali. I più piccoli sono stati poi coinvolti in un divertente spettacolo di animazione sotto la guida di un attore professionista. E ancora, l'organizzazione della manifestazione di lettura itinerante denominata "Shak Night", un’inedita rappresentazione dell’opera shakespeariana all’interno dei palazzi e degli spazi del quartiere. Non è poi mancato il momento dedicato alla musica con i cori gospel diretti da Patrizia Calussi: prima il Golden Gospel Choir (coro di bambini), poi l’esibizione del Gospel Fire Choir (coro di adulti). Durante tutto il mese di dicembre, infine, i pratesi hanno potuto apprezzare - ed acquistare - il simpatico calendario "Un anno con il Consorzio", dove residenti, professionisti e commercianti hanno prestato la propria immagine per offrire una divertente reinterpretazione di classiche scene dei più importanti classici della cinematografia italiana ed internazionale.

In un percorso parallelo alle iniziative “ludiche”, inoltre, il Consorzio ha inteso valorizzare la presenza dei valenti professionisti al proprio interno, costituendo numerosi commissioni tecniche ad hoc, impegnate nello studio e nella progettazione di piani di recupero da presentare alle amministrazioni competenti, in un’ottica di cooperazione costruttiva con le istituzioni. Tra i programmi più importanti vanno rammentati la riqualificazione del parco di Sant’Orsola, il recupero del parcheggio dell’area ex ospedale, la messa in sicurezza degli spazi ex ospedalieri, l’illuminazione dei palazzi storici di via Santa Trinita, il decoro urbano del primo tratto di tale via, lo studio e la valutazione del quartiere, la mappatura dei fondi e la segnalazione delle varie carenze, ad opera dei cittadini, attraverso il sondaggio "Non voglio mica la luna".

Alla luce ed in forza di tutto questo, il gruppo è ormai diventato un tramite importante tra la popolazione e l'amministrazione comunale, un punto di ritrovo per confrontarsi e costruire insieme una nuova idea di città.

... to be continued.

.

Comments are closed.