La vetrina sul #quartiere – Capitolo diciannovesimo: “Maga Mariella”.

La Rassegna Online che racconta il Quartiere com'era oggi! La vetrina sul #quartiere - Capitolo diciannovesimo: "Maga Mariella".

maga-6Dal filo per cucire alle toppe, dall'orlo ai pantaloni ai bottoni. Mariella Martignetti non ama farsi chiamare sarta: lei è semplicemente "Maga Mariella". Questo è il soprannome con cui tutti la conoscono, in via Santa Trinita: "Lavoro in una merceria-riparazioni, - dice - ma è una sorta di bazar. Qui si fa di tutto: vendo guanti, calzini, nastri, cerniere. Ma correggo anche cappotti, faccio orli e così via". Mariella ha aperto nel 1988, al posto dell'attuale bar San Francesco; poi si è spostata per undici anni in via Carbonaia; infine nell'attuale sede di via Santa Trinita, dove lavora da più di quattro anni. "Cosa mi piace del mio lavoro? Stare in mezzo alla gente, chiacchierare. Le persone vengono da me a confidarmi di tutto: mi improvviso anche psicologa, faccio più di un lavoro", scherza. Mariella non lavorerebbe mai in un altro quartiere: "Da via Galcianese mi sono spostata in via Carbonaia: io in centro ci sono arrivata e rimasta. La zona è migliorata un sacco, non andrei mai via da qui".maga-2

Written by: