Riflessione sull'esigenza di continuità dell'azione amministrativa

29 maggio 2014 alle ore 10.37
 Gli elettori si sono espressi, le decisioni sono state prese. I festeggiamenti di chi ha vinto stanno per terminare e dovrà iniziare il tempo delle scelte e delle responsabilità per chi è chiamato ad amministrare per il bene della città.

La nostra Associazione no-profit, il "Consorzio Santa Trinita" si avvia a spengere la sua prima candelina dopo avere trascorso un anno di forte impegno nel cercare di dare vita non solo a progetti di riqualificazione sul territorio, in vario modo concepiti, ma anche di offrire ad una città un modello di condivisione complessiva delle scelte da operare.

I risultati - a nostri avviso - sono stati molti. E' rinata innanzitutto una coscienza civica o quantomeno si è fortemente sviluppata e la Voglia di partecipazione si è accresciuta talmente da spingere e sospingere iniziative spontanee sul territorio.Il nostro lavoro ci ha visto occupati nel dialogo con le forze dell'ordine sui temi della sicurezza, con gli istituti scolastici nel quartiere e e con le altre associazioni diffuse sul territorio. Abbiamo organizzato tutta una serie di eventi (ancora fresco nella memoria  lo StreetFood che ha portato nel quartiere decine di migliaia di persone con un indotto assai positivo su tutte le attività di zona). Abbiamo presentato progetti e soprattutto ne abbiamo realizzati alcuni (la messa in sicurezza dei giardini, il piano del decoro urbano della Via). Abbiamo "costretto" ASL e Comune ad un tavolo sulla possibilità di dare alla città un pezzo dell'area dismessa dell'ex ospedale, destinata a parcheggio).Tutto questo è stato possibile, ovviamente, grazie alla passione per il bene comune di molti cittadini, innamorati del proprio territorio, ma anche dall'attenzione della Pubblica Amministrazione, che - per quanto ci interessa- ha saputo cogliere la progettualità di base e l'idea di un modello di governancefondato essenzialmente sulla sinergia di tutto ciò che forma la base di un territorio (residenti, professionisti, commercianti, associazioni, scuole ecc...), farne una sintesi e cercano di comprenderne le peculiarità di ogni suo pezzo.

Un progetto sul quale si sono accostate anche realtà non propriamente del centro storico, come dimostrato di recente da quella voglia di partecipazione alla riqualificazione del centro, tradottasi nell'iniziativa dello StreetFood di privati (aziende e attività in genere operanti al di fuori della mura) che hanno fortemente voluto sostenerci!

roberto caverni

roberto caverni

Ci sentiamo dunque di ringraziare in particolare ed in questo preciso momento l'ex Assessore Roberto Caverni, la sua Segretaria Patrizia Doni, il suo Staff di dirigenti e tecnici, che ci hanno accolto, ascoltato o ove possibile collaborato alla realizzazione dei nostri sogni, con la massima dedizione e disponibilità, nella convinzione condivisa di operare per il medesimo scopo: il bene della città, senza necessità di dare un colore particolare a quello che si andava a costruire.

matteo biffoni

matteo biffoni

Un bel percorso che vorremmo portare avanti con il nuovo Sindaco Matteo Biffoni, a cui vanno naturalmente le nostre congratulazioni per l'indiscutibile vittoria, alla sua costituenda  giunta, a cui anzi ci sentiamo di rivolgere una richiesta ulteriore, ovvero quella di fare tesoro della nostra breve ma intensa esperienza e di accettare un dialogo su come poterla anche estendere organicamente nelle altre frazioni del centro storico, secondo magari un nuovo modello di governance e di partecipazione.

Francesco Querci (Presidente Consorzio Santa Trinita))