varchi elettronici

Dal Consorzio Sanata Trinita ed in particolare dal sondaggio recentemente concluso, sono sorte alcune perplessità per quello che è stata definita come un'eccessiva "blindatura" di quella parte di quartiere che da San Niccolo arriva a Via Santa Trinita (vedi link )

Si tratta in particolare delle strade via Santa Caterina, Via del Pellegrino e Via Cambioni)

Dopo il trasferimento dell'Ospedale, infatti, gli esercizi commerciali (ed i proprietari dei fondi attualmente sfitti) temono un'ulteriore isolamento e dato che si parla di un "periodo di rodaggio" si chiede un riesame parziale delle esigenze manifestate dalla strada.

Infatti, dopo il trasferimento del presidio ospedaliero è stato sensibile il calo delle presenze in quell'area, ulteriormente danneggiata da una stagione di lavori che oggi interessa anche la Piazza del Cicognini, elemento di ulteriore allontanamento degli avventori sempre di quell'area.

Dal momento in cui fu pensata la ZTL e dunque i varchi elettronici, è passato il sisma del trasferimento del Misericordia & Dolce e i micro-sismi legati alla chiusura di quasi tutte le strade della zona per i lavori di rifacimento (tubazioni e manto stradale).

Il Consorzio si fa carico, attraverso la propria commissione tecnica, di valutare la possibilità di una soluzione di alleggerimento della ZTL da presentare nei prossimi giorni, prima della messa in funzione dei varchi elettronici, evidenziando sin da ora la necessità di disporre dell'ex posteggio all'interno dell'ex Misiricordia & Dolce e, magari, il ripensamento dell'usufruibilità (notte residenti/giorno a pagamento) del parcheggio delle Cesare Guasti con accessibilità da San Niccolò (senza attraversamento del centro)

Nei prossimi giorni il progetto.

Consorzio Santa Trinita

fq